La nostra storia

 

Il Gruppo Alpino Cesare Battisti si costituisce ad opera di un ristretto gruppo di giovani appassionati di montagna nel maggio del 1923 ed in breve diventa un punto di riferimento importante per l'alpinismo veronese, sia per l'intensa attività, anche agonistica, che svolge sia per l'emergere al suo interno di personalità di assoluto rilievo.

Nell'immediato dopoguerra confluisce nel Club alpino italiano, quale Sottosezione della Sezione di Verona. Si incarica della prima ricostruzione e della gestione del Rifugio Telegrafo sul Monte Baldo. Costruisce con il generoso lavoro di molti soci il rifugio di Cima Carega, che dedica alla memoria di Mario Fraccaroli, socio sempre partecipe all'attività del gruppo, ucciso dai tedeschi in fuga negli ultimi giorni della seconda guerra mondiale.

 

È tra i primi gruppi a Verona a sostenere e a divulgare gli sport della neve, in particolare la pratica dello scialpinismo.Nel 1967 costituisce la Scuola di scialpinismo cittadina, riconosciuta dalla Commissione Nazionale Scuole di scialpinismo del Club alpino italiano, che in seguito verrà intitolata alla memoria di Renzo Giuliani, presidente della Battisti dal 1960 al 1970. Da più di quarant'anni organizza un corso di discesa per ragazzi: "La Campanellina".

Il 1° gennaio 2007 nasce la Sezione Cesare Battisti del Club alpino italiano.

Oggi la Sezione che conta più di 1.300 Soci, appartenenti a tutte le fasce di età, svolge attività in ogni stagione dell'anno, dalle escursioni a carattere familiare alle ascensioni in alta quota, dalle gite di scialpinismo alle spedizioni sulle montagne del mondo.